Servizi / Consulenza Direzionale / Modelli Organizzativi

Modelli Organizzativi


Il D. Lgs 231/01 tratta la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche. Non viene infatti punita la singola persona, ma l’Ente, colpendo la volontà di commettere reati nel suo interesse; interesse che risulta apparente e momentaneo se si considerano le conseguenze in termini di sanzioni (pecuniarie ed interdittive).

Per evitare le sanzioni previste dalla norma è importante dimostrare di avere adottato un idoneo modello di organizzazione, gestione e controllo, e di aver verificato l’efficacia del predetto modello organizzativo attraverso un organismo interno dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo (c.d. “Organismo di Vigilanza”). Il Modello Organizzativo non è altro che un sistema di gestione e controllo delle attività degli Enti, finalizzato ad evitare che vengano commessi i reati presupposto previsti dalla normativa.



Le fasi di realizzazione del modello organizzativo 231 iniziano con l’identificazione delle attività “a rischio” con conseguente mappatura e identificazione dei valori, diritti, doveri, responsabilità, la cui validità sarà valutata dai nostri tecnici.

Conclusa la fase di analisi comincia l’implementazione del vero e proprio Modello Organizzativo, attraverso la definizione del Codice Etico, del sistema disciplinare e sanzionatorio, delle procedure gestionali a supporto del Modello, delle modalità di comunicazione in azienda, dei protocolli cautelari relativi all’applicazione del Modello (Parti Speciali) e delle modalità di valutazione e revisione periodica del modello.

Per l’attuazione del Modello sarà necessaria l’individuazione delle figure responsabili e la loro formazione.

L’ultima fase è l’istituzione e l’attivazione dell’operatività dell’Organismo di Vigilanza, con validazione del Regolamento dell’ODV e del Piano Annuale Attività e Controlli dell’ODV. Questa fase, oltre ad essere necessaria per il controllo costante del Modello, è obbligatoria per il riconoscimento dello stesso.

Non basta non commettere il reato per non essere condannato: il non far niente (in alcuni casi) è già un reato! E la conseguenza è la sanzione che colpisce l’intera organizzazione.

Il nostro Team di professionisti è a disposizione per guidarvi alla corretta e costante progettazione, implementazione e attuazione dei Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/01 a copertura di tutte le aree sensibili del decreto.